Le biblioteche, quando sono un organismo vivo e non un mero deposito di volumi, diventano una comunità capace di calamitare lettori grandi e piccoli accomunati dalla passione per quella straordinaria avventura mentale che è l’inoltrarsi tra le pagine di un libro.

BIBLIOTECA
A Neviano  degli  Arduini questo passaggio è avvenuto grazie a un paziente lavoro di riordino e catalogazione che ha consentito oggi di offrire un servizio ai cittadini del Comune senza distinzioni di età: dai bimbi della scuola d’infanzia, agli studenti, ai loro papà, ai loro nonni e persino a chi si cimenta di studi storici.

La dotazione della biblioteca, al piano terra del palazzo che ospita anche la scuola media, va dalla fiaba e dai libri “da guardare” e “da toccare” fino al saggio e alle raccolte di pubblicazioni storiche come le annate 1921-22 de “L’ordine nuovo”, il giornale fondato da Gramsci e Togliatti che fu l’organo ufficiale dell’allora neonato Partito Comunista d’Italia. Per rimanere in tema di pubblicazioni giornalistiche, a Neviano si possono trovare anche le raccolte della “Gazzetta di Parma” dal luglio 1863 al 1995. Il patrimonio della biblioteca, in continua crescita anche grazie a donazioni private, vanta circa diecimila volumi e circa 600 vidocassette, con una scelta variegata di film che va da Pierpaolo Pasolini a Walt Disney. 

L’intero catalogo è completamente informatizzato. Tra le “chicche” della dotazione nevianese, un romanzo dimenticato di Indro Montanelli (“Giorno di festa”) in una vecchia edizione Mondadori, alcuni titoli di D’Annunzio, un Cronin del ’39 e un libro di un autore molto meno noto ma parecchio raro, vale a dire “Ecco Leonardo” di Alfredo Colombo edito da De Agostini, un volume che farebbe la felicità di un collezionista bibliofilo. Ma una biblioteca che si rispetti promuove cultura anche al di fuori di se stessa e della propria offerta creando occasioni o cogliendole là dove fioriscono. Una comunità mobile che si trasferisce nei musei, nei teatri, nelle pinacoteche e in tutte le arene spettacolari a complemento della lettura. Su questo filone si inseriscono le visite ai monumenti, le presentazioni di libri entro scenari di indubbia suggestione come villa Bertogalli nella frazione di Laurano o il museo della Resistenza di Sasso.Per i bambini vengono allestiti laboratori creativi in particolari occasioni, oltre che rappresentazioni e letture animate nelle scuole di Bazzano, Scurano e del capoluogo. Ma non manca il teatro per adulti con le trasferte a seguire la stagione di prosa al “Piccolo” di Milano o la partecipazione a opere liriche nei teatri di Genova e Cremona. E’ forse qui che meglio si esprime quel concetto di biblioteca da intendere sia come bene comunitario che come comunità di persone.  

Sul territorio sono presenti altri nuclei di biblioteche accessibili al pubblico, alcune di proprietà di associazioni e circoli, altre del Comune. In particolare di notevole interesse sono le biblioteche di Scurano (sala civica sede AVIS-CRI) e Lupazzano (sede Centro Studi delle Valli del Termina, presso Circolo di Lupazzano), più piccole sono quelle dei circoli di Vezzano e di Cedogno. Monotematiche sono invece le biblioteche della Collezione Civica d'Arte Contemporanea di Sella di Lodrignano, dedicata all'arte contemporanea, quella del Museo Uomo-Ambiente di Bazzano, dedicata all'arte antica, e quella del Museo Storico della Resisetnza di Sasso, dedicata alla lotta di liberazione.  

 

Orari: Martedì, Giovedì, Venerdì dalle 9:00 alle 12:15.

Servizi: Internet point free.

Per informazioni: mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - tel: 0521 345025.

Indirizzo: Neviano degli Arduini, via Chiesa 10 (palazzo delle Scuole, piano terra).

 


P.zza IV Novembre, 1

43024 Neviano degli Arduini (PR)

 0521/843110 - 0521/843222

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

C.F. 00215930348


Neviano degli Arduini si trova immerso in uno dei tratti più magici
dell'Appennino Tosco Emiliano.

Appartiene all'Unione Montana Appennino Parma Est
ed è all'interno della Riserva della Biosfera MAB UNESCO.

unione montana      MAB unesco

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Continuando con la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.